Archivio tag: tatuaggio gatto

Tatuarsi un gatto

Vi siete mai chiesti cos’è un tatuaggio ? Cosa esso vuole esprimere ? Il tatuaggio è la storia che un tatuatore incide sulla nostra pelle tramite un disegno. Un disegno che per vari motivi assume un significato diverso, a seconda della persone che se lo tatua. I tatuaggi assumono dei significati proprio, personali. Ci sono molte ragioni per considerare come prossimo tatuaggio un gatto. Il gatto ha tonnellate di significati da offrire. Infatti il gatto può essere tatuato o per ricordare un caro animale domestico, oppure per rendere omaggio alle antiche dee che consideravano il gatto come loro miglior compagno. Ho diversi amici che si sono tatuati i gatti. La maggior parte di loro mi dicono che il motivo di ispirazione di quel tatuaggio è per ricordare la scomparsa di un caro amico felino. Coloro che invece non lo fanno per un amico felino, mi dicono che si sono tatuati il gatto come simbolo di protezione. Il tatuaggio dei gatti simboleggia l’indipendenza, può essere un simbolo di buona fortuna o sfortuna, a seconda delle circostanze ed è stato sia venerato come sacro ma anche disprezzato come rappresentazione del male. Nell’antico Egitto il gatto era un simbolo potente di femminilità ed era collegato con la luna. Statue di gatti che indossano gioielli erano spesso collocate nelle tombe dei defunti per vegliare su di loro. Circa 4000 anni fa il gatto ha cominciato ad essere accolto in casa, come animale domestico. Mentre in alcune aree del mondo si è pensato come un compagno, in altri posti invece il gatto è stato utilizzato come un segno di male contro le streghe. Con il suo acuto senso dell’olfatto e dell’udito, il gatto è stato spesso utilizzato per rivelare il gas velenoso in trincee durante entrambe le guerre mondiali. Nonostante il loro frequente addomesticamento, i gatti possono ancora sopravvivere in natura, ecco perché i gatti vengono definiti animali indipendenti.

Fonte: http://tatuaggipiercing.it/